di Sara Casarin

mercoledì 24 maggio 2017

PANE CON FRUTTA

Il pane si presta a infinite varianti...dolci e salate...è sempre un cibo nutriente e poco elebaorato che non faccio mai mancare sulla mia tavola.
Mi piace impastarlo con le mani in modo da trasferirgli anche energia e non ultimo adoro il profumo che sprigiona in tutta la casa durante la cottura ed una volta sfornato.
Utilizzo rigorosamente farine integrali, con cereali e semi e mi diverto a provare a fare diverse varianti così da poterlo usare ad esempio anche per la merenda o colazione.
In questo caso ad esempio ho provato ad aggiungere uvette, bacche di goji ed albicocche secche in modo tale da renderlo ancor più energetico e ottimo per la colazione.

Gli ingredienti per una pagnotta
500 gr farina integrale (o ai 5 cereali o di tipo 2 o di segale)
300 ml acqua tiepida
1 bustina di lievito di birra bio
10 albicocche secche tagliate a pezzetti
3 cucchiai di uvette precedentemente sciacquate
3 cucchiai di bacche di goji precedentemente messe mezz'ora in ammollo
Un pizzico di sale marino integrale
Un cucchiaio di malto di riso

Unire in una capiente ciotola la farina, il sale ed il lievito e mischiare gli ingredienti secchi.
Unire il malto e poco alla volta l'acqua tiepida girando inizialmente l'impasto con una forchetta.
Quando inizia a compattarsi aggiungere la frutta e lavorarlo almeno 5 minuti con le mani.
Deve risultare molto morbido ed elastico e non troppo appiccicoso.
Se risulta poco morbido aggiungere poca acqua, se troppo appiccicoso aggiungere un filo di farina.
Quando è ben omogeneo lasciarlo nella ciotola, coprire con una pellicola e lasciar lievitare almeno 3 ore.
Trasferire su una teglia con un foglio di carta forno e dare la forma preferita al pane. Una volta data la forma farlo lievitare un'altra oretta.
Infornare nel forno caldo almeno 30 min a 170°.
Quando cotto sarà di un bel colore dorato.
Lasciare raffreddare.
È possibile anche tagliarlo a fette e congelarlo.

Suggerimento
È possibile anche mischiare tra loro diversi tipi di farine, ad esempio usare metà farina di tipo 2 e metà di segale.

domenica 21 maggio 2017

TORTA DI BARBABIETOLA E CIOCCOLATO FONDENTE

Oggi ho fatto 100 cose e queata sera volevo coccolarmi con qualcosa di buono. E' venuto fuori un dolce delizioso, con un binomio di ingredienti insolito ma favoloso...barbabietola e cioccolato fondente: due alimenti che fanno bene anche agli sportivi!

Ideale per la merenda o per colazione, anche prima di un allenamento.
Una lavorazione semplice, come gran parte delle mie ricette , e facilmente replicabile.

Gli ingredienti
150 gr barbabietola cotta
100 gr mandorle
100 gr farina integrale o tipo 2
3 cucchiai amido di mais
3 cucchiai cacao amaro
4 cucchiai generosi di malto di riso
50 gr cioccolato fondente min 75%
50 ml olio di semi di girasole
1 bustina di lievito per torte
Latte di mandorla senza zuccheri aggiunti q.b.

Frullare la barbabietola con le mandorle e un goccio di latte di mandorla in modo da ottenere un composto omogeneo e senza pezzetti.
Trasferire in una ciotola, ed unire la farina, il cacao amaro, l'amido di mais, il malto, l'olio e il cioccolato fondente tritato grossolanamente in pezzetti.
Aggiungere il latte di mandorla sino ad avere un impasto di consistenza omogenea e densa, aggiungere per ultimo il lievito.
Trasferire in una teglia avendo cura di posizionare sotto l'impasto la carta forno.
Cuocere per circa mezz'ora a 160°.

sabato 20 maggio 2017

FILETTO DI CERNIA CON GRANELLA DI PISTACCHI

In un regime prevalentemente veg, basato su cereali integrali, legumi e verdure di stagione, una volta a settimana, come previsto per esempio anche dalla macrobiotica, mangio del pesce fresco: scelto di prima qualità e rigorosamente pescato (non di allevamento).
Inoltre cerco di prediligere pesce azzurro di piccola taglia, salvo rare eccezioni.
Oggi ho trovato dei filetti di cernia freschissimi che ho semplicemente ripassato in granella di pistacchi,  accompagnati con verdurine appena saltate in padella.

Gli ingredienti per 4 persone
4/5 filetti di cernia
Granella di pistacchio q.b.
Buccia grattuggiata di un limone
1 cespo di radicchio
1 zucchina grande
Un decina di pomodorini
Erbe aromatiche e spezie
Sale marino integrale e olio EVO per condire

Ripassare il filetto nella granella di pistacchio e cuocere pochi minuti con un filo di olio. Spolverare con buccia grattuggiata di limone e dosare di sale.
A parte saltare con un filo di olio le verdure di stagione con le erbe aromatiche e le spezie che più si addicono. Nel mio caso ho unito zucchina, radicchio e pomodorini con un po' di basilico, una spolverata di peperoncino ed un pizzico di sale marino integrale .

lunedì 15 maggio 2017

IL MUESLI PER LA COLAZIONE

Per la colazione spesso utilizzo il MUESLI... da abbinare con latte vegetale o yogurt vegetale, sazia e nutre.
Purtroppo quelli che si comprano sono sempre addizionati di zucchero e in taluni casi anche di sciroppo di glucosio, hanno tanta avena o cereali vari e ahimè poca frutta.
La soluzione? Farlo in casa!
Basta usare i fiocchi di avena al naturale, metterli in una ciotola e aggiungere la frutta secca che più piace...uvette, albicocche secche, mandorle, semi vari, noci, nocciole, cocco disidratato, bacche di goji ....c'è solo l'imbarazzo della scelta!!! Ovviamente scegliere sempre ingredienti di buona qualità e senza zuccheri ed oli aggiunti!
....e la giornata parte alla grande!

venerdì 12 maggio 2017

MIGLIO CON CARCIOFI AL PROFUMO DI LIMONE

Il miglio è un cereale gluten free molto interessante dalle numerose proprietà .
Ricchissimo di minerali, vitamine e aminoaicidi è l'unico cereale fortemente alcalinizzante, aiuta l'organismo a eliminare l'eccesso  di acqua, ideale per chi ha problemi di colesterolo, di peso o per vari problemi digestivi come ad esempio gastrite o ulcere gastriche.

La cottura del miglio
Proporzionare 1 volume di miglio e circa 2.5 volumi di acqua e cuocere sino ad assorbimento dell'acqua facendo attenzione che non si attacchi (come i risotti).
Cuocere per circa 25 minuti a fuoco basso.
Prima di servire lasciare riposare 5 minuti senza coperchio.

Gli ingredienti per 4 persone
200 gr miglio precedentemente sciacquato (circa 1 tazza)
2 carciofi tagliati fini
120 gr ceci già cotti
1 pizzico di sale marino integrale
1 scalogno piccolo
1 cucchiaio di olio EVO
Acqua q.b. (circa 2 tazze e mezza)
Buccia grattuggiata di un limone

Rosolare lo scalogno in una padella unta di olio, versare il miglio e farlo tostare
Aggiungere l'acqua, il sale e portare a bollore.
Dopo una decina di minuti aggiungere carciofi e ceci e proseguire la cottura per circa un altro quarto d'ora girando ogni tanto con un cucchiaio di legno per essere certi non si attacchi. E' cotto quando si e' ben gonfiato e morbido (non piu' croccante). Se prima che sia cotto risulta troppo asciutto, aggiungere poca acqua alla volta.
A cottura quasi ultimata grattuggiare la buccia di un limone, lasciare riposare 5 minuti e servire.

giovedì 11 maggio 2017

IL MONOPIATTO

È possibile costruirsi un piatto bilanciato unendo cereali integrali, legumi e verdure, conditi con un filo di olio EVO.
Spesso mi piace creare un "monopiatto" che appaga la vista e per altro consente anche di ridurre le dosi rispetto a quando si consumano separatamente primo, secondo e contorno.
Nel mio piatto unisco quindi tutti gli ingredienti avendo garantita la giusta combinazione di tutti gli alimenti: carboidrati, proteine e grassi.
In questo caso ad esempio ho preparato riso integrale con carote uvette e limone, fagioli azuki con la senape e broccoli al vapore.
"Bon appetit"!


MUFFIN VEG CIOCCOLATO E PERE

Un dolce veg semplice in versione monoporzione senza burro e senza uova.
Adatto per la colazione, la merenda di grandi e piccini o dopo il pasto.
Il cacao è energetico, ha proprietà antiossidanti e contiene teobromina e triptofano che influiscono positivamente sull'umore.

Gli ingredienti per circa una decina di muffin
250 gr farina tipo 2
70 ml olio di semi bio
80 gr zucchero integrale di canna 
Latte di mandorle senza zucchero q.b.
Un pizzico di sale marino integrale
1 pera grande o 2 piccole
3 cucchiai di cacao amaro
1 spolverata di cannella
Mezza bustina di Cremor tartaro o lievito per torte

Setacciare la farina e unire zucchero, il pizzico di sale, la cannella, il cacao amaro ed il lievito ed amalgamare bene tutti gli ingredienti secchi.
Aggiungere l'olio ed il latte vegetale q.b. sino ad ottenere un impasto  denso, cremoso e morbido (con la classica consistenza delle torte al cucchiaio).
Infine unire le pere tagliate a pezzetti piccoli.
Distribuire su pirottini per muffin e infornare a 160° per circa un quarto d'ora.

Suggerimenti e varianti
È possibile aggiungere anche pezzetti di cioccolato fondente (min 85%) e/o sostituire le pere con 2 banane schiacciate.

martedì 9 maggio 2017

TOFU STRAPAZZATO AL CURRY

Uova stapazzate??? No...tofu!!!!
Che cos'è? Noto come "formaggio di soia" viene ricavato dalla cagliata della soia e dalla successiva pressatura in forme solitamente rettangolari.
A seconda del caglio utilizzato può avere consistenza diverse.
È un alimento molto proteico, poco calorico e privo di colesterolo, pertanto si presta ad essere validamente utilizzato per comporre dei secondi piatti bilanciati veg, senza utilizzare prodotti animali.
Si presta a vari usi e a moltissime ricette, oggi ne propongo una semplicissima e gustosa.

Gli ingredienti per 2 persone
1 panetto di tofu al naturale
Mezzo scalogno
Sale q.b.
Curry q.b.
1 cucchiaio di olio EVO
Acqua per la cottura q.b.

Fare un soffritto con 1 cucchiaio di olio EVO e lo scalogno, aggiungere il panetto di tofu che va sbriciolato con le mani.
Unire curry, sale e se piace un pò di pepe.
Cuocere per 5 min aggiungendo poca acqua per volta per tenere morbido (deve avere una consistenza simile alle uova strapazzate).
Servire accompagnato da verdure di stagione.

Curiosità e suggerimenti:
È possibile aggiungere cio che più piace: carote grattuggiate o zucchine grattuggiate o olive o ancora erbe aromatiche e spezie varie.
Il tofu ha un gusto neutro e prende il sapore di ciò con cui lo si accompagna. Tendenzialmente  quindi non va mai mangiato al naturale. Inoltre va sempre cotto (in altre preparazioni va prima sbollentato) in modo tale che diventi più morbido e meno gommoso.